FOCUS ON: Yamaha DHR e CHR Series

Yamaha ha annunciato lo scorso agosto due importanti novità in fatto di altoparlanti audio professionali, le serie DHR (attiva) e CHR (passiva), ciascuna composta da tre modelli ottimizzati per soddisfare le esigenze di una grande varietà di applicazioni.
Anche solo leggendo i primi dati e le prime cartelle stampa capiamo che i prodotti sono in grado di fornire un sistema completo di amplificazione sonora fissa o portatile per eventi, club, sale da ballo, luoghi di culto e molto altro. Abbiamo però deciso di vederci meglio (ops, sentirci meglio… ndr) così, non potendo al momento fare una prova completa sul campo, ci siamo recati presso lo splendido Yamaha Village di Lesmo per una demo dal vivo.

Posizionate tra la serie di punta DZR/CZR e la serie DBR/CBR, tutte le unità DHR e CHR sono dotate di trasduttori accuratamente selezionati, cabinet in legno multistrato di alta qualità e un resistente rivestimento in poliuretano, capace di offrire le caratteristiche tecniche di spessore e, anche ad un primo ascolto, in grado restituire un sono decisamente family-feeling Yamaha…
Ma andiamo con ordine.

IL PRODOTTO

Le unità a due vie da 15 pollici DHR15 e CHR15 sono progettate per applicazioni F.O.H., e offrono la possibilità di montaggio su palo a doppia angolazione o appese tramite gli appositi sistemi di rigging. Il DHR12M e il CHR12M, invece, sono i primi monitor da pavimento coassiali da 12″ di Yamaha, che offrono un monitoraggio preciso e coerente di fase con una forma a basso profilo. Un inserto per il montaggio su palo laterale aggiunge un uso flessibile come completamento o come PA principale portatile. I modelli a due vie 10 pollici DHR10 e CHR10 sono progettate per essere utilizzate come fill o delay, grazie anche alle varie possibilità di configurazione e alle differenti opzioni di montaggio. Questi diffusori “utility” dispongono anche di una tromba ruotabile 90º x 60º, possono essere montati su palo o sospesi, e possono essere utilizzati con una apposita staffa a U opzionale, che ne consente l’installazione praticamente ovunque.

Tutti i modelli DHR sono dotati di amplificazione di classe D di fascia alta, DSP flessibile “in the box”, ingressi line/mic facilmente commutabili e un mixer a due canali integrato ad accesso rapido, mentre i modelli CHR includono doppi connettori NL4 e DSP avanzato tramite preset personalizzabili disponibili all’interno degli amplificatori Yamaha serie PX e PC-D.

DHR Series

La serie DHR presenta una linea completa ottimizzata per soddisfare le esigenze di applicazioni specifiche in ambienti audio vari. Il modello da 10″ è dotato di una tromba HF ruotabile e di una staffa UB-DXRDHR10 dedicata per l’uso in installazioni fisse, mentre il modello da 12″ è il primo altoparlante Yamaha dotato di un driver a compressione coassiale per una migliore chiarezza e una risposta in frequenza più uniforme per il monitoraggio a pavimento. La serie è completata da un modello da 15″ con prese a doppio angolo e punti di aggancio per l’uso in installazioni fisse o come sound reinforcement.

I trasduttori nei modelli da 10 e 15 pollici sono Celestion: woofer ad alta potenza di uscita che offrono bassi ben definiti e potenti con una distorsione minima, mentre per la parte HF sono stati scelti driver a compressione di precisione da 1,4″.
Il driver a compressione coassiale da 1,75″ montato nel modello DHR12M invece è stato progettato e fabbricato in casa Yamaha.

I cabinet della serie DHR sono robusti e altamente portatili, costruiti di legno multistrato, come già i diffusori della serie DZR, che promette una durata e prestazioni acustiche di alto livello.

Tutti i modelli full range sono dotati del FIR-X tuning™ proprietario di Yamaha che utilizza filtri FIR a fase lineare per il filtro di crossover. Il FIR-X tuning™ ottimizza simultaneamente la risposta in frequenza e in fase, regolando l’allineamento temporale tra i trasduttori HF e LF. Questo crea una risposta molto fluida intorno al punto di crossover, fornendo una chiarezza e un’immagine molto migliore di quanto sia possibile con i crossover tipici.

Tutti i segnali sono elaborati con precisione da un processore ad alte prestazioni. Tutti i modelli full-range impiegano convertitori A/D e D/A discreti a 24bit con un rapporto S/N e una gamma dinamica superiori.

Il compressore intelligente multibanda incorporato, D-CONTOUR, permette una emissione di suono potente e coerente a tutti i livelli di uscita. Monitorando costantemente l’uscita di più bande di frequenza e calcolando le regolazioni di equalizzazione ottimali per ciascuno, anche l’uscita del suono massimo mantiene una chiarezza e una grande musicalità. L’utente può sgeliere tra due impostazioni: Modalità FOH/MAIN o modalità MONITOR. La modalità FOH/MAIN potenzia le basse frequenze per compensare quelle che in genere mancano quando gli altoparlanti sono utilizzati in applicazioni sospese o montati su un supporto. La modalità MONITOR è completamente ottimizzata per le applicazioni di monitoraggio live, controllando in modo intelligente le basse frequenze, e trattando le bande di frequenza con una maggiore chiarezza. Entrambi questi preset sono stati perfezionati eseguendo innumerevoli test di ascolto con l’aiuto di diversi sound Engineer, svilupando un compressore multibanda che funziona dinamicamente e offrendo un suono coerente con bassa distorsione a qualsiasi livello di uscita.

Durante lo sviluppo delle serie DZR, DXR mkII, DHR, DBR e DXS, Yamaha ha misurato e testato la durata di ogni trasduttore e l’uscita complessiva dell’amplificatore attraverso innumerevoli test di ascolto in ambienti interni ed esterni. Sulla base dei risultati dei test, è stato possibile impostare il punto di limitazione ottimale per ogni modello utilizzando un preciso controllo DSP.
Oltre alla limitazione ottimale, i diffusori impiegano molte delle stesse funzioni di protezione utilizzate negli amplificatori di potenza professionali della serie PC-D. Un microprocessore e un DSP ad alta potenza monitorano lo stato dell’alimentazione, degli amplificatori di potenza, dei trasduttori e dei segnali per proteggere tutti i componenti.

L’amplificatore leggero e ad alte prestazioni in classe D della DHR è in grado di produrre fino a 1000W di potenza (700W per il modello DHR10), raggiungendo un SPL di 131 dB (DHR15).

I diffusori della serie DHR hanno due canali di ingresso. CH1 ha un jack combo che accetta sia XLR che TRS, consentendo segnali di ingresso a livello Mic o Line. CH2 offre due opzioni di ingresso; un jack combo che accetta XLR o TRS e una coppia di spinotti RCA per l’ingresso di lettori CD o di altre sorgenti stereo.

Il mixer integrato permette di selezionare CH1+2 MIX per miscelare il segnale di CH1 e CH2, o CH1 THRU per passare il segnale solo da CH1.

Per il montaggio a palo la DHR15 offre due tipi di inclinazione (-0° e -7°) che consentono di indirizzare il suono più precisamente.

LE SPECIFICHE

DHR15

Tipo di diffusore: 2 vie, attivo, bi-amplificato, bass-reflex
Gamma di frequenze (-10dB): 44 Hz – 20 kHz
Area di copertura: H90゚ x V60゚
Crossover: 1.8 kHz: FIR-X tuning™ (linear phase FIR filter)
Maximum Output Level (peak, IEC [email protected]): 131 dB SPL

Componenti
LF: diametro: 15″ cone, Voice Coil: 2.5″, Magnete: Ferrite
HF: diaframma: 1.4″, Type: 1″ throat compression driver, Magnete: Ferrite

Classe amplificatore: Class-D

Potenza
Dinamico: 1,000 W (LF: 800 W, HF: 200 W)
Continuo: 465 W (LF: 400 W, HF: 65 W)

Raffreddamento: a ventola, 4 velocità
Consumo energetico: 74 W (1/8power), 18 W (Idle)
Requisiti di alimentazione: 100 V, 100-120 V, 220-240 V, 110/127/220 V (Brasile), 50/60 Hz
A/D D/A convertitori: 24 bit 48 kHz Sampling

Processori:
HPF:
OFF, 100 Hz, 120 Hz, 24 dB/Oct.;
D-CONTOUR: FOH/MAIN, MONITOR, OFF

Connessioni I/O:
INPUT1:
Combo x1,
INPUT2: Combo x 1 + RCA pin x 2 (Unbalanced),
OUTPUT: XLR3-32 x 1 (CH1 Parallel Through or CH1+CH2 Mix)

Materiale del cabinet: compensato
Finish: verniciatura durevole in poliurea, nero
Maniglia: lato x2
Supporto per montaggio a palo: Φ35 mm x2 (fondo, 0° or -7°)
Rigging: Top x 2, Rear x 1 (Fit for M10 x 30 – 50 mm Eyebolts)

Dimensioni:
W: 432 mm
H: 692 mm (con piedini di gomma)
D: 405 mm 

Peso netto: 24.0 kg

DHR12M

Tipo di diffusore: 2 vie, attivo, bi-amplificato, bass-reflex
Gamma di frequenze (-10dB): 55 Hz – 20 kHz
Area di copertura:H90゚ x V90゚
Crossover: 1.8 kHz: FIR-X tuning™ (linear phase FIR filter)
Maximum Output Level (peak, IEC [email protected]): 129 dB SPL


Componenti

LF: diametro woofer: 12″, Voice Coil: 2.5″, Magnete: Ferrite
HF: diaframma: 1.75″, Type: 1″ throat coaxial compression driver, Magnete: Ferrite

Classe amplificatore: Class-D

Potenza
Dinamico: 1,000 W (LF: 800 W, HF: 200 W)
Continuo: 465 W (LF: 400 W, HF: 65 W)

Raffreddamento: a ventola, 4 velocità
Consumo energetico: 74 W (1/8power), 18 W (Idle)
Requisiti di alimentazione: 100 V, 100-120 V, 220-240 V, 110/127/220 V (Brasile), 50/60 Hz
A/D D/A convertitori: 24 bit 48 kHz Sampling

Processori:
HPF:
OFF, 100 Hz, 120 Hz, 24 dB/Oct.;
D-CONTOUR: FOH/MAIN, MONITOR, OFF

Connessioni I/O:
INPUT1:
Combo x1,
INPUT2: Combo x 1 + RCA pin x 2 (Unbalanced),
OUTPUT: XLR3-32 x 1 (CH1 Parallel Through or CH1+CH2 Mix)

Materiale del cabinet: compensato
Finish: verniciatura durevole in poliurea, nero
Maniglia: lato x 1
Supporto per montaggio a palo: Φ35 mm x1 (fondo)
Angolazione monitor da terra: 57°

Dimensioni:
W: 500 mm
H: 343 mm (con piedini di gomma)
D: 454 mm

Peso netto: 16.5 kg

DHR10

Tipo di diffusore: 2 vie, attivo, bi-amplificato, bass-reflex
Gamma di frequenze (-10dB): 52 Hz – 20 kHz
Area di copertura: H90゚ x V60゚ (ruotabile)
Crossover: 1.9 kHz: FIR-X tuning™ (linear phase FIR filter)
Maximum Output Level (peak, IEC [email protected]): 128 dB SPL

Componenti
LF: diametro woofer: 10″, Voice Coil: 2.0″, Magnete: Ferrite
HF: diaframma: 1.4″, Type: 1″ throat compression driver, Magnete: Ferrite

Classe amplificatore: Class-D

Potenza
Dinamico: 700 W (LF: 500 W, HF: 200 W)
Continuo:325 W (LF: 260 W, HF: 65 W)

Raffreddamento: a ventola, 4 velocità
Consumo energetico: 60 W (1/8power), 18 W (Idle)
Requisiti di alimentazione: 100 V, 100-120 V, 220-240 V, 110/127/220 V (Brasile), 50/60 Hz
A/D D/A convertitori: 24 bit 48 kHz Sampling

Processori:
HPF:
OFF, 100 Hz, 120 Hz, 24 dB/Oct.;
D-CONTOUR: FOH/MAIN, MONITOR, OFF

Connessioni I/O:
INPUT1:
Combo x1,
INPUT2: Combo x 1 + RCA pin x 2 (Unbalanced),
OUTPUT: XLR3-32 x 1 (CH1 Parallel Through or CH1+CH2 Mix)

Materiale del cabinet: compensato
Finish: verniciatura durevole in poliurea, nero
Maniglia: top x1
Supporto per montaggio a palo: Φ35 mm x1 (fondo)
Rigging: Top x 2, Rear x 1 (Fit for M10 x 30 – 50 mm Eyebolts)

Dimensioni:
W: 305 mm
H: 494 mm (con piedini di gomma)
D: 300 mm

Peso netto: 15 kg
Accessori opzionali: staffa a U: UB-DXRDHR10

IL TEST SUL CAMPO

Siamo stati lieti di accettare l’invito di Yamaha Italia che ci ha permesso di essere tra i primi a toccare e sentire questi nuovi diffusori dal vivo, direttamente a Lesmo, un piccolo paese vicino a Monza, dove si trova la sede italiana di Yamaha Music.

Andrea Aiello, specialista Pro Audio Italia di Yamaha Music Europe

Siamo stati accolti da Giulia Giganti e Andrea Aiello, rispettivamente Marketing/Communication Assistant e specialista Pro Audio di Yamaha Music Europe. Nella sala demo erano montati i tre modelli della serie DHR insieme ad altri tre sistemi, per un confronto di ascolto: due diffusori attivi della Serie DZR, ovvero la DZR-15D e la DZR-10D (dove la “D” finale sta per “Dante”) e un sistema a colonna Stagepass 1k.

Dopo l’elenco delle specifiche dei vari sistemi siamo passati subito all’ascolto di alcune tracce reference, prima dei due diffusori DZR e Stagepass, poi dei tre modelli DHR.
I due modelli full range DHR10 e DHR15 hanno egregiamente retto il confronto con i diffusori DZR (che costano circa il doppio delle DHR), offrendo un’ottima performance per il livello di potenza, definizione e copertura. L’elettronica presente non è mai invasiva ed è funzionale al risultato, mentre il suono – per quel che abbiamo sentito – conserva un po’ quell’impronta “family feeling” di Yamaha con una risposta ampia, pulita e molto neutra. Ci è piaciuto particolarmente il monitor da terra coassiale, che abbiamo potuto provare in azione anche con un microfono dinamico cardioide, un monitor essenziale, funzionale con un’ottima presenza con un ottimo livello di output prima del feedback.

CONCLUSIONI

In combinazione con funzionalità pratiche adattate per le loro applicazioni specifiche, i modelli della serie DHR e la controparte passiva CHR di Yamaha offrono la flessibilità per scegliere l’altoparlante ideale per un’ampia varietà di ambienti sonori. Il rapporto prezzo/qualità è ottimo, difficile trovare in questa fascia di prezzo sul mercato dei cabinet costruiti in legno per quello che riguarda i diffusori attivi, ma in particolare passivi. Tutte le feature sono di livello professionale e la scelta dei materiali, componenti elettronici, woofer e driver fa capire che in Yamaha dedicato tempo e risorse per arrivare a questo risultato, considerando per esempio lo sforzo profuso per costruire una tromba proprietaria o sistemi DSP tarati ad hoc. Nonostante siano di fatto tutti diffusori molto validi il nostro più grande plauso va proprio al floor monitor con driver coassiale “Made in Yamaha”, che può essere veramente un prodotto versatile ed in grado di stupire molti “affezionati” di stage monitor anche molto più costosi…

Info: it.yamaha.com

Guido Block – main tester
© 2001 – 2021 NRG30 srl. All rights reserved

Vai alla barra degli strumenti