Hog 4 per Spider Man: No Way Home

Per le riprese del nuovo film della Marvel Studios Spider Man: No Way Home, il programmatore Scott Barnes ha nuovamente messo in funzione il suo fidato sistema Hog 4, oltre a portare alcune nuove unità Hog 4 HPU Hybrid Processor. Ben noto per l’uso del controllo Hog 4 nei film della Marvel e in altri film, Barnes ha detto di aver affrontato le riprese di No Way Home in modo molto simile a quanto fatto in passato.

Barnes spiega: “Sono stato abbastanza fortunato da testare l’HPU durante il blocco per la pandemia, e ancora più fortunato nel salire a bordo della produzione di Spider-Man. Il mio tecnico di sistema, Derek Page, ha fornito i nostri Rack Hog standard, io ho fornito due HPU, e poi abbiamo aggiunto un’altra HPU all’inizio delle riprese. Spider-Man è stata l’esperienza perfetta per inaugurare la nuova HPU. Abbiamo usato ogni bit di potenza di elaborazione, visto che spettacolo era pieno di effetti. I Rack Hog sono stati usati per i set minori. È stato anche molto bello poter impiegare i Rack Hog o HPU come processori extra”.

Scott continua: “Eravamo ai Trillith Studios, precedentemente noti come Pinewood, appena a sud di Atlanta. Lo stesso luogo dove abbiamo girato Ant-Man, Civil War, Guardiani vol2, Infinity War e Endgame. Avevamo sette set, più un enorme bluescreen esterno che è stato usato per un paio di set differenti. Abbiamo usato tre Rack Hog, tre HPU, tre console Hog 4 e una console Hog PC tech durante i sei mesi di riprese. Ogni palco aveva un server Hog posizionato nelle vicinanze, con due reti, una sACN dalla porta FixtureNet che alimentava l’intero set e distribuita tramite gli switch Pathway situati lungo i perimetri; l’altra rete era la HogNet dalla porta HogNet del Rack Hog o HPU. Anche quest’ultima rete passava attraverso gli switch e si collegava all’infrastruttura di rete dello studio, in modo da potersi collegare facilmente agli altri server in funzione sugli altri palchi”.

Lo Stage 14 è stato un rig particolarmente divertente che non avrebbe potuto essere fatto senza l’HPU. “L’HPU non era sufficiente – abbiamo dovuto aggiungere qualche DP8000 in più su quel set! Metà dello spazio presentava un bluescreen a ferro di cavallo, con oltre 100 Studio Force 72, ad alto numero di pixel, da usare come luce interattiva per varie scene. Abbiamo mappato in pixel gli Studio Force direttamente dalla console. Avevamo anche circa 20 SoloHyBeam 3000. La HyBeam 3K è stato il nostro go-to mover per tutto lo spettacolo. Sono un grande fan di questo apparecchio. Ha proprio tutto, è luminoso, e le unità High-Fidelity hanno un perfetto fascio di luce bianca da usare sulla telecamera. Recentemente ho parlato di queste luci con Mike Bauman, proprietario di LUX Lighting a Burbank. LUX ha fornito una grande quantità dei proiettori, insieme a MBS. Abbiamo appena iniziato a lavorare a Black Panther 2, e queste luci sono così popolari che devi chiamare con largo anticipo per avere qualche possibilità di averle. Inoltre, sono stati impiegati anche gli apparecchi SolaFrame 3000 e SolaFrame Theatre”.

Il direttore della fotografia di Spider-Man era Mauro Fiore, con cui Barnes ha lavorato diverse volte nella prima parte della sua carriera ma che non vedeva da molto tempo. “Mauro è un noto DP che ha vinto l’Oscar per Avatar. Josh Davis era il CLT (gaffer), che mi aveva inizialmente chiamato quando stavo ancora lavorando a The Prom. Poi è arrivato il Covid e tutto è stato messo in attesa. Con Josh avevo lavorato anni fa in spettacoli come Lemony Snicket quando era uno degli elettricisti della troupe. Ci siamo tenuti in contatto nel corso degli anni, e lui aveva iniziato a farsi strada nel mondo gaffer. Sono stato lusingato che mi abbia chiamato per fare Spider-Man. È una persona piacevole da frequentare e per cui lavorare, ed è un eccellente CLT. Sarà un nome che sentirete spesso nei prossimi anni!”

Altri membri chiave del team di Spider-Man sono stati il rigging gaffer Adam Harrison, il fixtures foreman Phil Abeyta e Derek Page, il senior system tech di Barnes. “Derek, Phil e io abbiamo già lavorato insieme diverse volte, ma questo è stato il mio primo grande spettacolo con Adam. Adam è fantastico. È un grande sostenitore del networking ed è un pensatore lungimirante. Ora noi quattro stiamo lavorando insieme al prossimo Black Panther, ma con un DP e un CLT diversi”.

Info: etcconnect.com

Vai alla barra degli strumenti