Andrea

Compila il form per contattare


Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 61 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Dilemma sulla scelta del finale #72213
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Scusa basta che linki l’input 1 al 2 e non ti serve rilanciare! L per un ampli e R l’altro con gli input linkati.

    in risposta a: mixer dmx e par led da 4 fari #72105
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Beh, in realtà bastava lasciarlo stare… (000-009) e operare solo su dimmer e RGB (non modalità DMX) fari. Comunque bene così, buon divertimento!

    in risposta a: mixer dmx e par led da 4 fari #72076
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Se funziona il canale 1 funzionano per forza tutti gli altri!

    in risposta a: mixer dmx e par led da 4 fari #72073
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Il mixer dovrebbe prendere gli indirizzi in automatico come scritto nel manuale. Alla fixture 1 corrispondono i canali da 1 a 16, alla fixture 2 i canali da 17 a 32 e così via, 16 canali ogni fixuters, 8 slider x 2 pagine.Però il mixer è comunque programmabile nel senso che se vuoi puoi assegnare un indirizzo specifico a un cursore (sempre all’interno dei 16 predisposti), ad esempio se hai 2 fari diversi che hanno la funzione dimmer su due canali diversi puoi assegnare lo stesso slider in modo che selezionando tutte le fixtures e alzando quello slider accendi tutti i fari insieme (spero di essermi spiegato).
    Per vedere i tuoi fare devi alzare il cursore n. 2 (master dimmer) che comanda la luminosità dei fari e poi alzare i colori rispettivi di ogni faro. Quindi Fader n.2 al massimo e fader n.4 al massimo si accenderà il rosso del faro 1. il Fader 2 è come se fosse un master (generale) poi devi accendere anche i canali corrispondenti ai colori dei fari.

    in risposta a: Dilemma sulla scelta del finale #72024
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    mmm solo ora vedo che fanno 2.400W per canale… A monte il discorso protezione, rimane valido tutto il resto. Okkio a non tirargli troppo il collo!

    in risposta a: Dilemma sulla scelta del finale #72021
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Con un DSP dedicato potresti anche fare delle configurazioni cardioidi… che possono sempre servire… Se devi spendere soldi per un acquisto valuta anche l’utilizzo futuro che potresti farne altrimenti ogni volta ti tocca comprare qualcosa che ti manca… magari solo per fare qualche piccolo passo avanti…

    in risposta a: Dilemma sulla scelta del finale #72018
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Se non vuoi un DSP che ti servirà per fare i tagli necessari ad accoppiare i sub con le teste o eventuali ritardi e che limiti l’uscita dei finali, preparati ad avere un sistema sbilanciato e/o mal accoppiato e a rischiare di bruciare i sub. Come ben dovresti sapere la musica ha una sua dinamica. Se ho un sub da 1.200W RMS vuol dire che mi dovrebbe tenere 2.400W musicali e ben 4.800W di picco (in teoria, se di qualità) quindi a quel sub dovrei dovergli dare almeno 2.400W per il tempo necessario a gestirli. Il DSP e il limitatore servono a questo! A permettere di dare una dinamica all’impianto senza rischiare di romperlo sfruttando al massimo la potenza e definizione degli altoparlanti. Se tieni tutto al valore RMS avrai sempre un suono piatto senza sfruttare come si deve le potenzialità dell’impianto. Questi my 2 cents… poi l’impianto è tuo, fai tu!

    in risposta a: mixer dmx e par led da 4 fari #72015
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Ciao Ardena,
    vediamo se mi ricordo… Il tuo mixer dovrebbe accettare 8 fixture con 16 canali massimo ciascuna. Partendo da questo presupposto ad ogni tasto delle fixtures (1-8) assegnerai una barra Lumiled (che ti ricordo utilizza 15 canali dmx). Alla prima fixture corrisponderanno i primi 16 canali, alla seconda dal 17 al 32, alla terza dal 33 al 48 e così via. Collega il mixer alle barre, esci dal mixer ed entri nella prima barra, esci dalla prima barra ed entri nella seconda o viceversa non è necessario andare in fila l’importante è l’indirizzo di partenza che assegni alle barre.
    Quindi: accendi la prima barra, seleziona 512 e poi assegna come valore dmx di partenza 001. Accendi la seconda barra, seleziona 512 e poi assegna come valore dmx di partenza 001 se vuoi che si comporti come la prima o 017 se vuoi utilizzarla indipendentemente dalla prima. Sul tuo mixer alla fixture 1 corrisponderà la prima barra o tutt’e due se hai messo lo stesso indirizzo (001 a entrambe) e alla fixture 2 corrisponderà la seconda barra se hai messo l’indirizzo 017. I cursori comanderanno gli indirizzi relativi allo specchietto presente nel manuale Lumiled e cioè i primi 3 canali per tipologia di controllo, master dimmer e master strobe e gli altri canali rispettivamente i canali RGB per ogni faro.
    In realtà non è il mixer migliore per controllare dei fari led ma è sempre meglio di niente…

    in risposta a: Microfoni Lavalier per Musical/Teatro #71854
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Ciao Davide, la compagnia dei Legnanesi li utilizza (o li utilizzava, non so se li utilizza tutt’ora visto che ormai ci sono i micro headset) sulla fronte e il filo che passa tra i capelli o sotto la parrucca proprio davanti all’attaccattura se non sbaglio e il risultato è ottimo.

    in risposta a: Dilemma sulla scelta del finale #71562
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    I sub sono 1.200W RMS a 8Ohm? Quindi vorresti fare 2 x 2.400W RMS a 4Ohm per canale da 2.600W a 4Ohm. Direi che è il minimo sindacale… li avresti sempre tirati per il collo. Se non gli tiri il collo e li tieni sempre al massimo potrebbe anche andare ma cerca di trovare qualcosa che dia almeno 3.000W per canale opportunamente limitato.

    in risposta a: Comandare cannone co2 con semplice telecomando urgentr #70731
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Ciao, quello che vedi tu non è un telecomando DMX ma un semplice telecomando che chiude un circuito. Per utilizzare il protocollo dmx ti serve un controller o un telecomando che generi un segnale digitale DMX e che io sappia esistono solo in wi-fi (quindi parliamo solo di trasmettitori) ma a questo punto dovrai anche dotarti di un ricevitore DMX wi-fi da attaccare alla/e macchina/e.
    Una soluzione plausibile e poco ingombrante è prendere il controller più piccolo disponibile (per intenderci quello per pilotare i led da 3 canali) tipo QUESTO.
    Altrimenti io ho trovato in rete QUESTO ma non so se sia realmente un generatore di segnale DMX o magari prenda qualcosa dalla macchina del fumo… bisognerebbe verificarne le caratteristiche.
    Un’altra scelta plausibile è quella di utilizzare un convertitore USB-DMX nel caso tu, per fare il DJ, utilizzassi il PC. Col PC potresti mandare il segnale ai cannoni.

    in risposta a: Sonorizzazione Teatro per Musical #70543
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Molto interessante, ti ringrazio!!!

    in risposta a: Sonorizzazione Teatro per Musical #70410
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    In parole povere… se hai un metro laser verifichi la distanza dalla cassa (appesa) e il punto più lontano da sonorizzare (ultima fila in alto) e la distanza dalla cassa al punto più vicino (prime file); con questi dati e qualche formula trigonometrica (che non conosco) ricavi l’angolo di copertura che dovrebbe avere il diffusore (se non hai un metro laser queste misure le ricavi calcolando le ipotenuse dei triangoli che si formano considerando l’altezza della cassa e la distanza all’ultima e alla prima fila, che sarebbero i 2 cateti di questi triangoli). Con questi dati, con il calcolo inverso, riesci a capire come posizionare i tuoi diffusori (con apertura a 50°) e fino a dove arriva la copertura adeguata partendo dall’ultima fila. Se resta fuori qualcosa sulle prime file lo copri con i front fils.
    (Giusto Manlio?)

    in risposta a: casse attive teatro #70314
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Ciao Jordy,
    tu hai visto dei “sistemi array” che ovviamente non fanno al caso tuo… io parlavo di colonnine che utilizzano la “configurazione ad array”. Un array non è altro che il posizionamento di più materiali uno sull’altro, quindi si parla di array di casse, array di hard disk, etc. Si parla di configurazione ad array per quel che riguarda le colonnine perchè non si tratta più di una semplice cassa con woofer bassi e tromba medio-alti ma di un diffusore dove i woofer (spesso fullrange) o i woofer e i tweeter sono posizionati uno sopra l’altro a formare un array. Di seguito alcuni esempi di marche e modelli:
    RCF, Electro Voice, FBT, Peeckersound, HK, etc..

    in risposta a: casse attive teatro #70291
    Andrea
    Andrea
    Partecipante

    Se devi fare principalmente voce io ti consiglio di optare per woofer piccoli e veloci magari full range. Per questo una soluzione molto valida sono le colonnine. Dovresti anche ridurre molto il suono dietro ma occhio che generalmente le colonnine aprono molto anche se sono meno soggette ai rientri! La potenza poi dipende dalla profondità dei luoghi in cui recitate ma la particolare disposizione ad array delle colonnine aiuta molto a tirare in lunghezza ed ad evitare dispersioni inutili verticali con angoli molto stretti (intorno ai 10*). Due colonnine con sub da 12″ o doppio 8″ sarebbero ideali, molto trasportabili, esteticamente migliori e più azzeccate all’uso! A parità di potenza, rispetto alle tue dovresti guadagnarci in profondità e nitidezza della voce.
    My two cents…

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 61 totali)
Vai alla barra degli strumenti