Diego Caratelli

Compila il form per contattare


Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 207 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Frequenze radiomicrofoni #93694
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Ti consiglio di leggere questo post:

    Limitazione banda RF: cambiamenti e soluzioni in casa Shure

    In generale, molto ma molto grossolanamente, dei stare sotto i 700…

    in risposta a: Amplificazione per eventi live PA #93692
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Ti ho spostato sulla giusta sezione del forum…
    Questo è un argomento molto basic…
    In generale sono anni se non decenni che per l’amplificazione di eventi dal vivo non si usano più amplificatori valvolari ma a transistor, nelle varie declinazioni che la tecnologia ha implementato nel tempo…
    I valvolari non potrebbero garantire le potenze necessarie per alimentare gli impianti moderni, oltre a tutte le difficoltà legate alla delicatezza durante il trasporto…
    Ciao

    in risposta a: Woofer 18Sound 12LW1400 #93686
    Diego Caratelli
    Moderatore

    NON E’ UNO SPAZIO DEDICATO ALLA VENDITA DI MATERIALE NUOVO O USATO.
    CHIUDIAMO IL POST.

    in risposta a: File GLL RCF TT22A #83997
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Se non erro lo puoi scaricare da questa pagina, in fondo:

    https://www.rcf.it/it_IT/products/product-detail/tt-22-a-ii/234440

    Ciao

    in risposta a: Consiglio sistema array #83728
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Se il tuo budget è per il T4 prendi quello, l’importante è che qualsiasi sistema tu decida di prendere, acquisti almeno 6 moduli per lato, anche se l’ideale di partenza sarebbe 8 moduli…
    Ci sono svariate discussioni su questo tema…

    in risposta a: Antenne per radiomicrofono #83516
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Per “andrea4d”…
    Premesso che tu ne sai molto più di me, su una cosa però nel tuo post ti contraddici…
    Prima dici che la A2003 non fornisce aumento di potenza, poi però dici che il problema potrebbe essere la saturazione dell’ingresso del ricevitore… quindi parli di cavi ecc…
    Se la A2003 non fornisse aumento di potenza, perchè dovrebbe saturare??
    Per come la so io, un aumento di potenza c’è e come, ed è dovuto al maggior guadagno dell’antenna che di fatto dà maggior segnale in uscita alla stessa rispetto ad una antenna piccola tipo quelle da 1/4…
    E’ come se metti in un ingresso di un mixer due microfoni con sensibilità e conseguenti valori di uscita differenti: a parità di emissione e posizione dello strumento ripreso, quello più sensibile e con maggior uscita ti saturerà prima l’ingresso del mixer…
    Però se puoi chiarire sarebbe ottimo!
    Grazie.
    Diego.

    Diego Caratelli
    Moderatore

    Personalmente, quando ho fatto le commissioni e ne ho fatte, il ragionamento che è sempre stato portato avanti è il seguente…
    La “dichiarazione di conformità CE” deve essere redatta per quanto riguarda il quadro principale di fornitura e per l’impianto di terra, che sono effettivamente una installazione “customizzata” in loco e quindi non certificabile a monte in fabbrica.
    Poi, tutto quello che installo come service deve essere dotato di nascita di propria “Dichiarazione di Conformità CE”, a farsi dai quadri, sottoquadri, tutte le utenze elettriche, tutte le strutture ecc… ecc…
    Poi occorre installare i cavi secondo la Tabella CEI-UNEL 35024/1 (e successive integrazioni) e produrre una “Dichiarazione di Corretto Montaggio” con riferimento a questa ed ai manuali di installazione delle singole cose che monti.
    NON è possibile fare la “Dichiarazione di Conformità CE” da parte dell’utente per un oggetto che ne è già provvisto fabbrica, come non si può fare alcuna Dichiarazione nè di conformità nè di montaggio PRIMA che il montaggio stesso sia ultimato…
    Gli oggetti che vengono venduti per far parte di impianti che poi dovranno essere certificati, sono dotati di “Dichiarazione di Incorporazione delle quasi-macchine”, che è un altra cosa…
    Ma questo, basta studiarsi la normativa sulla Dichiarazione CE (o direttiva macchine…) che è da diversi anni così, non da pochi giorni…
    Poi, che in Italia ognuno faccia come ca..o gli pare questo è un altro conto, ma la normativa esiste ed è chiara… quando vengono i vari personaggi delle Commissioni basta sapere i riferimenti normativi giusti per fargli abbassare la cresta…
    D.

    in risposta a: Antenne per radiomicrofono #83417
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Premetto che non sono un espertissimo del mondo dei radiomicrofoni, però un paio di cose te le posso suggerire:

    1) Non so se le antenne di quella tipologia possono essere collegate direttamente ad una base o debbano passare per forza da un distributore di antenna… sinceramente le ho sempre viste in quella configurazione, dirette mai…
    2) L’antenna di quella tipologia, di fatto fornisce un aumento di potenza al segnale: se l’aumento è eccessivo può succedere che si saturi il circuito di trasmissione della base ed il suono venga deteriorato, anche la trasmissione ha una sorta di “potenza” per cui è calibrata, se in ingresso alle connessioni antenna arriva troppo segnale, questo può saturare.

    Credo che lo splitter antenna non solo permette di ottimizzare la trasmissione in termini di “affollamento”, ma visto che lo splitter viene messo nei rack insieme alle basi, dà la giusta potenza in uscita al segnale radio affinchè questo non dia problemi alle basi riceventi.
    La maggior potenza del segnale in uscita da quelle antenne deriva dal fatto che possono essere posizionate anche a diversi metri di distanza dallo splitter, il segnale più alto serve per compensare la perdita che avviene nel cavo per le normali leggi della resistenza su cavi, oltre che avere una trasmissione al bodypack/gelato migliore.

    Ora, magari alcuni concetti potranno non essere espressi al massimo del lessico tecnico, ma in pratica le cose funzionano come ti ho detto… spero di esserti stato utile.
    Ciao.
    D.

    in risposta a: Utilizzo antenne radio mic. #82502
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Devi valutare bene anche la distanza tra antenne e distributore, perchè se il cavo di collegamento supera i 15/20 metri probabilmente ti servirà anche un amplificatore per recuperare il segnale che inevitabilmente perdi nella strada per via della resistenza del cavo…
    Inoltre la posizione frontale al palco, specie se usi bodypack, non è di per se ottimale perchè nel 90% dei casi il body viene posizionato sulla schiena dell’artista, se metti l’antenna lato sala molto spesso avrai l’interposizione del corpo tra trasmettitore e ricevente e questo sicuramente non agevola un corretto passaggio del segnale.
    Quindi il consiglio è quello di mettere le antenne sul palco, inoltre se la dimensione non fosse grande, probabilmente potrebbero andare bene anche le antenne a banda larga che danno con le basi, ovviamente ben posizionate, con le basi sul palco e trasporto del segnale microfonico dal palco alla sala…
    Normalmente le basi si mettono sul palco per gestire meglio appunto le dispersioni dei segnali lungo i cavi.
    In alternativa potresti valutare di sospendere le pinne dal graticcio, cercando sempre la miglior soluzione, in modo da guadagnare un po’ di distanza.
    Comunque due antenne omni non so quanto possano servirti, secondo me ti farebbero meglio due antenne direzionali… a meno di situazioni molto molto particolari, a che ti serve prendere il segnale da dietro le antenne?? In realtà ti peggiora solo la qualità della trasmissione perchè l’antenna tenderà a prenderti più segnali “sporchi”
    Ciao e buone prove… 🙂 🙂

    in risposta a: consiglio su radiomicrofono #81328
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Ciao, non sono un espertissimo in materia ma posso cercare di darti un consiglio in base alla mia esperienza personale…
    In situazioni del genere, secondo me, la prima cosa da evitare sono tutti i sistemi di fascia economica perchè hanno trasmissione poco affidabile già di suo…
    Se non hai la possibilità di fare un ceck delle frequenze libere con strumenti appositi, probabilmente ti conviene virare su sistemi a banda estesa con antenne direzionali ed amplificate, in modo da non avere limitazione nelle frequenze e, con le antenne, aver modo di gestire la trasmissione in modo più efficace e sicuro.
    Un ottimo prodotto potrebbero essere i nuovi sistemi RS16000 della dB Technoligies, di cui ho sentito parlare veramente molto bene… Sono compatibili Shure a livello di capsule…
    Purtroppo, se non puoi fare determinati test prima, devi andare sui prodotti estremamente versatili ma anche costosi…
    Sennò, se puoi usare il cavo, con quello sei sicuro che non hai problemi di interferenza… 🙂 🙂

    Ovviamente questo è il mio pensiero espresso in modo “semplice” e da non ferratissimo del campo, ma spero possa comunque esserti utile per qualche spunto di riflessione…
    Ciao.
    D.

    in risposta a: Mixer digitale sq6 m32 tf3 studiolive 24 #78907
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Nella versione ridotta m32r, premendo assieme input 1-8 e input 9-16, hai un layer di ingressi da 1 a 16.

    Appena mi ricapita di lavorarci ci provo, vedi, non si finisce mai di imparare!!!

    Comunque, personalmente sono molto felice del mio SQ5.
    Il GLD è una tecnologia un po’ più vecchia rispetto all’SQ5, ma è comunque una macchina che suona molto bene ed ha un ottimo software.
    E’ che, secondo me, se devi prendere un GLD puoi prenderti l’SQ con la ciabatta digitale, almeno hai anche i pre a bordo mixer. Sul GLD ne hai solo 4.
    L’unica cosa è che il GLD ha a bordo diversi plugin che sull’SQ sono a parte, e per ora non hanno fatto il plug dell’equalizzatore dinamico che invece è presente sul GLD.
    Ciao.
    D.

    in risposta a: Mixer digitale sq6 m32 tf3 studiolive 24 #78863
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Guarda, sul discorso degli input sui due banchi fader mi ero informato anche con un product specialist del distributore… Non so… Poi ti dico la verità, avendoli provati tutti prima di prenderli, tra fiere e servizi vari in giro, mi ero già fatto una mia esperienza.
    Il GLD 80 è una bella macchina, ci avevo fatto un pensiero anke io ma gli mancava la parte di registrazione che per l’uso che ne faccio è fondamentale.
    Presonus per i mixer live non mi è mai piaciuta… Lo studio live è l’unico tra tutti che ho visto più “da lontano”: sicuramente per come facevano i mixer digitali prima di questo, Presonus ha fatto un bel passo avanti, però secondo me ancora sono più “studio” che non “live”, come impostazione di macchina…
    Se vuoi spendere meno, una buona alternativa può essere il Souncraft SI Impact: io ne ho uno, non sono robustissimi come costruzione ma per cose normali va bene, suono caldo. L’unica cosa è che è una macchina impostata più come un mixer analogico che non digitale… Non ha funzioni di drag & drop, è un po’ meno flessibile come routing. Secondo me è un prodotto sottovalutato per il rapporto qualità/prezzo che ha, considerando che ha 32 ingressi, un bel po’ di uscite tutte in xlr, registrazione multitraccia, ecc… ecc… tutto già a bordo. Direi uno scalino sotto agli altri, ma a quel prezzo per molte cosa va benissimo…

    in risposta a: Mixer digitale sq6 m32 tf3 studiolive 24 #78857
    Diego Caratelli
    Moderatore

    “sq è un prodotto sicuramente più nuovo ed innovativo, ma Midas è Midas”

    Midas in grossa parte è Behringer… Per lo meno sull’M32…
    La serie SQ è una costola dei banchi DLive, quindi direi che non sono proprio paragonabili come tecnologia… occhio ai confronti…

    A parte questo, personalmente non ho preso il Midas perchè i due gruppi di fader sono bloccati, nel senso che solo 8 fader fanno i canali, gli altri fanno solo DCA, gruppi, ecc… ma non i canali.
    E spesso 8 canali soli sono decisamente pochi per missare… Non puoi lavorare sempre con i VCA…
    Con l’SQ5 te li configuri come ti serve volta volta… Inoltre le accessoristiche Midas sono più costose…
    Per il resto, sta poi al tuo gusto personale… Per il prezzo non saprei… va visto il prodotto in che condizioni è…
    D.

    in risposta a: Mixer digitale sq6 m32 tf3 studiolive 24 #78846
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Personalmente ho appena acquistato l’SQ5 perchè nelle varie versioni “montabili” a rack, è tra tutti sicuramente il migliore. E’ l’unico che mantiene tutte le caratteristiche dei fratelli maggiori anche in formato rack, cambia ovviamente solo il numero dei pre e fader a bordo.
    In generale, il software dell’Allen Heath è molto semplice ed intuitivo e come impostazione dei layer, credo di non essere smentito nel dire che è sicuramente il più semplice e flessibile.
    Il TF3, per portarlo alle stesse caratteristiche dei concorrenti, ci spendi diversi soldi in più perchè la scheda Dante la devi prendere a parte… Inoltre per come è impostata la superficie non è molto pratico da usare. Però a quel punto sei in Dante, il che per molte cose può essere un vantaggio… dipende dal contesto dove lo dei usare. Anche se le schede Dante ormai le hanno tutti…
    Midas M32, rispetto all’Allen heath, ha qualche plugin in più a bordo e qualche connessione in più, però è anche un po’ più caro… Inoltre a mio avviso il software va bene ma non è il top…

    In generale, la differenza sul prezzo “finale” la fanno gli accessori… stage box, schede aggiuntive, ecc… ecc…
    Secondo me prima di scegliere devi capire bene dove vuoi andare con questa macchina, poi scegli a quale marchio attaccarti.
    Personalmente ho scelto l’SQ5 perchè volevo prendere anche la ciabatta digitale, quindi avere una superficie più costosa solo per qualche pre e fader in più, non era una cosa in cui mi andava di spendere. Con l’SQ5, nel prezzo in cui prendi uno dei prodotti di dimensione superiore, ci prendi anche la stage box, ed avendo una superficie dei layer molto personalizzabile, se te la sai ben giocare non si sente particolarmente la mancanza di 8 fader in più… Però risparmio spazio e pesi importanti, e velocizzo il montaggio/smontaggio senza sacrificare potenza di mix…
    Ciao.
    D.

    in risposta a: casse QSC K10.2 #78830
    Diego Caratelli
    Moderatore

    Simili si, uguali no.
    Dipende tutto da te e dal tuo gusto personale.
    Sono due casse profondamente diverse, come tecnologia, potenza, generazione, ecc…

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 207 totali)
Vai alla barra degli strumenti